Gli organizzatori della famosa gara italiana offrono soldi a premi ai piloti che effettuano discese più veloci, nonostante le preoccupazioni dei ciclisti riguardo alla sicurezza.

In quello che sembra essere un tentativo di attirare più spettatori a guardare il Giro d'Italia, gli organizzatori della gara ciclistica italiana hanno annunciato lunedì una nuova categoria controversa per i piloti che fanno le discese più veloci.

"Per ogni tratto di discesa temporizzato, il pilota più veloce sarà premiato con un premio di 500 euro", afferma la nuova regola (via l'Inner Ring). "Alla fine del Giro verrà rilasciata la classificazione generale sulla base della somma dei punti raggiunti da ciascun pilota e saranno assegnati i seguenti premi: 1. 5.000 euro; Seconda € 3.000; Terzo € 2.000 ".

La nuova classificazione, sponsorizzata dalla società pneumatica Pirelli, ha immediatamente increspato le piume nella comunità ciclistica.

Il ciclista olandese Wout Poels, che cavalca con il Team Sky britannico, ha dichiarato l'idea come "pericolosa per la vita" e notato su Twitter sperava che fosse uno scherzo.

Il compagno olandese Koen de Kort, che cavalca con la squadra di Trek-Segafredo, ha ripreso quelle osservazioni sui social media, chiamando l'idea "ridicola".

 

I ciclisti sono infelici perché, mentre il corpo direttivo del ciclismo sta tentando di rendere più sicuro lo sport, l'aggiunta di una gara che è stata progettata per incoraggiare i piloti a percorrere ancora più velocemente in discesa ripida, sembra rendere meno sicura.